Discriminazione antisemita

info 29.6.2020 Condivisione Facebook

Religione, etnia e cultura non hanno lo stesso valore per ogni persona, così come non sono vissute allo stesso modo. I membri di una comunità religiosa, per esempio, non danno tutti lo stesso peso alla loro fede, non condividono le stesse visioni del mondo o manifestano gli stessi comportamenti.
 
Le diverse forme di ostilità contro le persone appartenenti alla fede ebraica oppure culturalmente o socialmente legate all’ebraismo vengono definite antisemitismo. Con il termine discriminazione antisemita ci si riferisce a qualsiasi comportamento, circostanza strutturale o istituzionale che sminuisce, ferisce o discrimina le persone in qualche modo legate al mondo ebraico.
 
A differenza del razzismo, l’antisemitismo non considera il gruppo interessato inferiore, ma piuttosto pericoloso. Nel Medioevo gli ebrei e le ebree furono ritenuti responsabili della crocifissione di Gesù, così come della peste o della scomparsa di bambini. Poiché all’epoca gli ebrei non avevano quasi accesso ai mestieri, vista la predominanza delle corporazioni cristiane, e visto che ai cristiani era proibito prestare denaro con interessi, molti ebrei si guadagnavano da vivere col commercio e prestando denaro. L’invidia per i loro guadagni ha fatto sì che venissero percepiti come avidi, affamati di potere e disonesti. Nel corso dei secoli queste attribuzioni portarono a continue persecuzioni. Il culmine si raggiunse sotto il regime nazista, con l’Olocausto, in cui persero la vita circa 6 milioni di persone. Molti dei pregiudizi sopravvivono ancora oggi, espressi in barzellette e teorie su “complotti”, che sfociano in atti di violenza fisica e altro.
 
La discriminazione antisemita non dilaga solo tra gli estremisti di destra, ma è un problema collettivo che contribuisce a rafforzare e diffondere ulteriormente i pregiudizi.
 

Pregiudizi possono far sì che alcuni temano persino di confessare la propria fede e cultura...

Pregiudizi possono far sì che alcuni temano persino di confessare la propria fede e cultura...

Partita di pallamano nel cortile della scuola. Un giocatore finge di subire un fallo. Il capitano gli urla: “Non ci caschiamo. Non fare l’ebreo!” Noah è ebreo e si sente molto ferito da queste parole.
 
Chiamare persone di fede ebraica ingannevoli o infide riflette una lunga tradizione di discriminazioni ingiustificate, che non rendono giustizia alle singole persone. Questi pregiudizi possono far sì che alcuni temano persino di confessare la propria fede e cultura.

 

È troppo facile incolpare un solo gruppo di persone per le complesse difficoltà sociali...

È troppo facile incolpare un solo gruppo di persone per le complesse difficoltà sociali...

In un incontro al bar fra amici, si parla animatamente delle differenze tra ricchi e poveri. Qualcuno esprime la sua, dicendo che tanto dietro le grandi corporazioni ci sono sempre ebrei influenti e perciò non c’è speranza. Renata è seduta al tavolo, lei è ebrea, ma non osa parlarne.
 
È difficile capire i complessi cambiamenti globali dei nostri tempi. Il meccanismo del capro espiatorio fa comodo in casi come questo, perché permette di riversare tutte le colpe sui “cattivi di turno”. Ebrei ed ebree vengono persino accusati di essere responsabili per la difficile situazione economica globale. È troppo facile, però, incolpare un solo gruppo di persone per le complesse difficoltà sociali.
 
: : info

Discriminazione verso Rom e Sinti

30.6.2020

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Discriminazione verso persone con disabilità

8.6.2020

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Discriminazione razzista

4.6.2020

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Discriminazione basata sull'orientamento sessuale

21.5.2020

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Discriminazioni

20.5.2020

Tu fai la differenza!...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : news

- FORUM VOICES - Approfondimenti e prospettive

6.5.2020

E all'improvviso il Corona virus......

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Prevenire la tensione e la violenza

27.3.2020

Consigli per giovani e adulti...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Le tensioni e i conflitti nella vita familiare quotidiana con i bambini

19.3.2020

Possibilità per gestire questa situazione speciale...

PER SAPERNE DI PIÙ