Contatto

Forum Prevenzione
Via Talvera 4
I-39100 Bolzano

Contatto

Per consulenza sui Disturbi Alimentari

Per domande sulla dipendenza / gioventù / famiglia / violenza

Contatto / Aiuto
convegno: linguaggio, discriminazione, violenza

Linguaggio - Discriminazione - Violenza

Convegno 30 marzo 2022

La relazione tra linguaggio e violenza si manifesta in una varietà di modi, da forme sottili o esplicite di discriminazione nel linguaggio quotidiano, alle campagne di odio sempre più influenti nei social media, all’incitamento propagandistico nel giornalismo e nei discorsi politici. La discriminazione percorre come un filo conduttore, il fenomeno stratificato e complesso dell’espressione linguistica della violenza. Il convegno mira a far luce su vari aspetti della comunicazione violenta, sulla diffusione della violenza e ad esplorare approcci e metodi per disinnescarla.

Relatori*ci - Mattina

Relatori*ci - Mattina

Stefano Pasta
Linguaggio e identità - Relazione

La lingua è sempre parte della nostra identità, la lingua è strettamente legata alla cultura e al modo di vivere. La relazione si concentrerà sulle interazioni tra identità e lingua, sul peso della lingua tra persone e gruppi di persone e sul significato dell’appartenenza a comunità linguistiche.

Stefano Pasta ha una laurea in storia contemporanea e un dottorato in pedagogia. Insegna didattica e pedagogia speciale all'Università Cattolica di Milano.

Graziella Priulla
Parole tossiche - Intervista

Le parole non sono strumenti inerti ma definiscono l’orizzonte in cui viviamo e costruiscono realtà. La violenza verbale genera violenza negli schemi mentali, nell’immaginario e nelle relazioni. Il linguaggio volgare e aggressivo è legittimato ovunque e la nostra soglia di disagio si è abbassata notevolmente.

Graziella Priulla è sociologa della comunicazione e della cultura. È stata docente all'Università di Catania e lavora su questioni di giustizia di genere.

Kübra Gümüşay
Sprache und Sein - Lettura

Kübra Gümüşay setzt sich seit langem für Gleichberechtigung und Diskurse auf Augenhöhe ein. In ihrem ersten Buch geht sie der Frage nach, wie Sprache unser Denken prägt und unsere Politik bestimmt. Sie zeigt, wie Menschen als Individuen unsichtbar werden, wenn sie immer als Teil einer Gruppe gesehen werden – und sich nur als solche äußern dürfen.

Kübra Gümüşay è un'autrice, giornalista e attivista politica. Ha studiato scienze politiche, scrive sui temi di internet, politica, femminismo e razzismo, e ha inoltre pubblicato il bestseller "Linguaggio e Essere".

Relatori*ci - Workshop

Relatori*ci - Workshop

Mbaye Ndack
Significanti e significati d’odio, tra performatività ed effettività del discorso d’odio

Il discorso d’odio incomoda i diritti umani e lo fa sotto un duplice punto di vista che può essere letto in chiave antitetica: da una parte, infatti, vi è la libertà di espressione e dall’altra il diritto individuale alla non discriminazione. In realtà questa lettura confliggente è ciò che va rifuggito.

Mbaye Ndack è una avvocata, autrice e attivista. Lavora su temi di filosofia del diritto, diritto antidiscriminatorio, razzismo e intersezionalità.

Walter Pichler
Klassismus in der Schule

Im Workshop wird auf folgende Themen eingegangen: struktureller Klassismus im Südtiroler Bildungssystem, Klassismus gegenüber Kindern mit Migrationshintergrund, Klassismus gegenüber Kindern sozial benachteiligter Klassen, Klassismus im Verhalten der Kinder untereinander, Klassismus im Verhalten der Lehrpersonen gegenüber Kindern.

Walter Pichler ha studiato storia ed è un insegnante di scuola secondaria a Merano. Ha pubblicato diverse opere, tra cui quella sulla storia contemporanea dell'Alto Adige e sull'educazione politica per gli studenti dell'Alto Adige.

Graziella Priulla
Parole tossiche - cronache di ordinario sessismo

L’insulto violento e la volgarità esibita, tesi a offendere, zittire e far sentire inferiori, sono per molti dei modi di relazionarsi con gli altri. Paradossalmente questi linguaggi non sono più una trasgressione ma conformismo e normalità.

Graziella Priulla è una sociologa della comunicazione e della cultura. È stata docente all'Università di Catania e lavora su questioni di giustizia di genere.

Stefano Pasta
Razzismi 2.0 Analisi socioeducativa dell’odio online

Odio online, razzismi 2.0, hate speech e ostilità verso l’altro: la diffusione di azioni e linguaggi violenti nel Web preoccupa chi cerca risposte educative. Questo workshop propone un nuovo modo di pensare la media education.

Stefano Pasta ha una laurea in storia contemporanea e un dottorato in pedagogia. Insegna didattica ed educazione speciale all'Università Cattolica di Milano.

Cristina Martini
Cyberbullismo e Hate-Speech

L’adolescenza rappresenta un momento ricco di stimoli e cambiamenti. I*le ragazz*e si affacciano alle relazioni offline e online: è quindi fondamentale offrire loro chiavi di lettura per utilizzare in modo consapevole i canali digitali e il linguaggio, che talvolta diventa «arma» per ferire l’Altro, alimentando dinamiche che rientrano nel cyberbullismo e nei discorsi d’odio.

Cristina Martini è ricercatrice all'Università di Verona, media educator presso ProsMedia, stratega della comunicazione e autrice di testi.

Kwanza Musi dos Santos
Fairnessansatz im Gesundheits-, Bildungs- und Sozialbereich

Wissen verschiedener soziokultureller, religiöser und sprachlicher Systeme fördert die Bildung von Sensibilität, Wissen und Fähigkeiten, die sowohl auf persönlicher als auch auf beruflicher Ebene angewendet werden können. Im Workshop werden grundlegende Werkzeuge vermittelt, um mit spezifischen Fähigkeiten von Individuen, aber auch mit den Problemen, die durch systemischen Rassismus in Europa erzeugt werden, umzugehen.

Kwanza Musi dos Santos ha studiato relazioni internazionali e diversità culturale, è cofondatrice dell'associazione QuestaèRoma e del Comitato per la diversità culturale. Si batte per i diritti dei gruppi socialmente emarginati.

Teatro la ribalta
Superabile

»Superabile« versucht mit Leichtigkeit, Rhythmus und Humor ein schwieriges Thema anzugehen: jenes des »Anders sein«. In einem Theaterstück mit anschließender Diskussion sollen die Themen Gewalt, Diskriminierung und Sprache auf kreative Art und Weise reflektiert werden. In ANschluss an das Stück findet eine Podiumsdiskussion statt.
** La descrizione dei contenuti è nella lingua con cui viene presentato il contenuto.
Iscrizione al convegno:
Abbiamo bisogno dei suoi dati personali per l´accreditamento del convegno – Maggiori Informazioni le trova sul nostro foglio informativo sulla protezione dei dati (vedi sotto)
Contatti (privato o lavorativo)
ECM/ECS Credits - Per il convegno verranno richiesti crediti
Per favore ci communichi la sua professione:
Scegliere Workshop
Workshop alternativo
Iscrizione Opening Event - Martedì, 29.03.22 - Teatro Ribalta/Kunst der Vielfalt: Superabile
Iscrizione Closing Event - Mercoledì, 30.03.22 - Poetry Show
Elaborazione dati

Per la partecipazione al convegno e alle manifestazioni correlate é necessario il Green Pass.

Tutte le informazioni sul convegno si trovano qui: