Discriminazione verso persone senza fissa dimora

info 22.6.2020 Condivisione Facebook

La povertà e l’assenza di una fissa dimora solitamente sono conseguenze di gravi disgrazie come un lutto, la perdita del lavoro o una malattia. Invece di trovare sostegno e conforto, alcune persone in questi momenti di crisi vengono umiliate o ritenute responsabili delle proprie sfortune. Rimangono sole e nel peggiore dei casi finiscono per strada.
 
Qualsiasi forma di svantaggio, umiliazione e molestia nei confronti delle persone senza fissa dimora è una forma di discriminazione.
 
Le persone senza fissa dimora di sesso femminile sono tendenzialmente meno visibili dei maschi, perché vivono meno spesso per strada. Di solito preferiscono centri di emergenza o rifugi per i senzatetto, anche se ciò non le protegge certo da violenze o abusi. Le persone senza fissa dimora non possono contare su un luogo dove rifugiarsi e sono più esposte agli attacchi. Persino a livello istituzionale, ad alcuni vengono negati i diritti fondamentali, come ad esempio la possibilità di sostare nei centri urbani senza esserne espulsi. La supposizione che le persone senza fissa dimora valgano meno perché non contribuiscono attivamente al bene comune, porta all’emarginazione e a diverse forme di violenza psicologica e fisica. Molti vengono etichettati come “fannulloni” e “asociali” cosa che rende loro ancora più difficile ricostruirsi una vita.
 
Le condizioni di vita di ognuno possono cambiare drasticamente, in qualsiasi momento. Però a prescindere da ciò, chiunque merita rispetto e stima. Ecco perché è così importante evitare insulti e prestare attenzione alle piccole cose come un saluto.
 

Tutti hanno bisogno di sentirsi considerati e rispettati...

Tutti hanno bisogno di sentirsi considerati e rispettati...

Carlo ha perso il lavoro e l’appartamento dopo un duro colpo del destino. Vive per strada da anni e la maggior parte della gente non lo degna nemmeno di uno sguardo. Alcuni lo insultano, altri sono persino aggressivi nei suoi confronti.
 
Le persone senza fissa dimora, subiscono spesso violenze fisiche e psicologiche. Inoltre, la sensazione di non essere ben accetti può ferire tanto quanto gli attacchi diretti. Tutti hanno bisogno di sentirsi considerati e rispettati.
 

I pregiudizi e le ostilità dovrebbero essere abbattuti, sia a livello individuale che istituzionale...

I pregiudizi e le ostilità dovrebbero essere abbattuti, sia a livello individuale che istituzionale...

Sabina, che vive per strada, vuole bere un tè al bar e usare il bagno. La cameriera non la lascia nemmeno ordinare e la caccia dal bar.
 
Alle persone senza fissa dimora, viene spesso negato il diritto di usufruire dei servizi presenti in città, così come di ricevere un trattamento equo e rispettoso o di avere voce in capitolo. I pregiudizi e le ostilità nei loro confronti dovrebbero essere abbattuti, sia a livello individuale che istituzionale.
 
: : info

Discriminazione verso persone di fede musulmana

20.7.2020

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Discriminazione verso Rom e Sinti

30.6.2020

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Cannabis e la legge

10.10.2017

Diritti e sanzioni per il consumatore di cannabis...

PER SAPERNE DI PIÙ