-FORUM VOICES - Rottura delle regole e delazione

bild von mitarbeiter Sara Tauber Sara Tauber news 14.5.2020 Teilen
<a href="https://www.freepik.com/free-photos-vectors/technology">Technology photo created by asierromero - www.freepik.com</a>

Freepik - asierromero

Probabilmente mai prima d'ora il termine "delazione" ha avuto un ritorno come in questi giorni. Un motivo per guardare più da vicino il termine. La delazione descrive la denuncia di un atto (criminale). La persona che denuncia il reato è solitamente accusata di avere delle subdole motivazione. Si presume che essa, in qualche modo, tragga profitto dalla denuncia o voglia danneggiare gli altri con le sue azioni. Soprattutto l’attuale situazione sia giuridica che di vita, sembrano incoraggiare la delazione.
In contrasto con il coraggio civile o sociale, la delazione non è tanto un'espressione pubblica dell'ingiustizia, delle proprie opinioni o del sostegno a persone che subiscono l'ingiustizia. Si caratterizza piuttosto per il riferimento "segreto" alle singole persone e al loro presunto comportamento illegale. Vogliamo esaminare più da vicino i possibili motivi e i retroscena della delazione, ma anche altri modelli di comportamento nell'attuale situazione eccezionale. Ciò che ci guida nel nostro comportamento può essere molteplice, ma alcuni motivi sono comuni.

Credo che tutti conosciamo la sensazione di paura. L'aumento della frequenza cardiaca, il tremore, la tendenza fisica a fuggire o ad attaccare, i pensieri girano intorno ai temuti scenari iniziali. A volte la paura ti paralizza, a volte ti rende attivo. A volte ti rende fisicamente impegnato e nei momenti di maggiore ansia e stress, cerchi di trovare l'equilibrio attraverso l'esercizio fisico.
È il caso, ad esempio, dell'escursionista che cammina nel bosco, nonostante il divieto di uscire. Tuttavia, una reazione alla paura può anche essere quella di cercare di mantenere il rischio il più basso possibile. Se già personalmente si sta facendo di tutto per ridurre al minimo il rischio, si può anche tentare di esigere lo stesso comportamento dagli altri e quindi contrastare le incertezze che si presentano. Questo può essere fatto, ad esempio, informando la polizia sulla passeggiata del vicino. Condizioni di vita restrittive, insicurezza, mancanza di contatti sociali - oltre alla paura, sorgono altri sentimenti spiacevoli.
 Sentimenti come la rabbia e il risentimento o addirittura l'invidia, ad esempio perché la vicina esce di casa ogni giorno e si ritiene che abbia più privilegi rispetto a noi, spesso possono portare ad attaccare gli altri pubblicamente o a denunciare violazioni della legge. Per gli altri, questi sentimenti possono innescare comportamenti reattivi - cioè le leggi vengono deliberatamente infrante.
Allo stesso modo, tutti noi condividiamo un certo bisogno di controllo. Una percezione di controllo nella e sulla nostra vita contribuisce anche alla salute mentale. È comprensibile e importante che le persone cerchino il modo di riprendere il controllo, soprattutto in situazioni in cui la loro capacità di controllo diminuisce. Questo può manifestarsi nel fatto che i fallimenti, come un paradenti mal adattato in altri o anche un comportamento avverso, come camminare con un amico, vengono denunciati, e quindi si cerca di diventare il padrone o la moglie di una situazione che altrimenti permette poche possibilità di controllo. Altrettanto possibile, tuttavia, è il tentativo di riguadagnare spazio di manovra e, come reazione a questa percezione di perdita di controllo, di sondare limiti e leggi ed eventualmente anche di superarli.
Anche se il contatto fisico con gli altri o l’appartenenza fisica a un gruppo sociale è attualmente difficile, il bisogno di attaccamento e di relazione è ancora un tema importante e spesso guida del nostro comportamento attuale. Questo può essere il caso quando si infrange la legge, ma anche quando si rispettano le norme di legge. Se qualcuno si incontra con i familiari o gli amici, spesso è per stare vicino agli altri e per sentire l'appartenenza sociale.
Se ci atteniamo alle norme giuridiche vigenti, vogliamo fondamentalmente la stessa cosa. Perché le norme giuridiche attuali sono diventate rapidamente norme sociali. Una violazione delle regole significherebbe l'esclusione (sentita) da un gruppo sociale. Molti si trovano qui in un dilemma tra il desiderio di seguire le norme e di proteggere gli altri e, d'altra parte, di non lasciare che le esigenze personali siano trascurate.

Ci sono varie ragioni per il nostro comportamento nella situazione attuale. Finora abbiamo avuto tutti esperienze diverse nella nostra vita e i tratti della personalità sono diversi l'uno dall'altro. Non sorprende che le reazioni a situazioni di stress non siano le stesse. Gli "stati emotivi sgradevoli" fanno parte delle reazioni normali in situazioni eccezionali. Tuttavia, possiamo renderci conto e mettere in discussione le reazioni ad esse. I metodi delatori hanno un'influenza sui rapporti reciproci. Si sviluppa uno squilibrio tra le persone, nasce la diffidenza, così come la sensazione di non essere autorizzati a fare nulla di sbagliato e di essere controllati dagli altri. La società è divisa, la fiducia spezzata e sorgono conflitti.
 Probabilmente mai prima d'ora il termine "delazione" ha avuto un ritorno come in questi giorni. Un motivo per guardare più da vicino il termine. La delazione descrive la denuncia di un atto (criminale). La persona che denuncia il reato è solitamente accusata di avere delle subdole motivazione. Si presume che essa, in qualche modo, tragga profitto dalla denuncia o voglia danneggiare gli altri con le sue azioni. Soprattutto l’attuale situazione sia giuridica che di vita, sembra incoraggiare la delazione.
In contrasto con il coraggio civile o sociale, la delazione non è tanto un'espressione pubblica dell'ingiustizia, delle proprie opinioni o del sostegno a persone che subiscono l'ingiustizia. Si caratterizza piuttosto per il riferimento "segreto" alle singole persone e al loro presunto comportamento illegale. Vogliamo esaminare più da vicino i possibili motivi e i retroscena della delazione, ma anche altri modelli di comportamento nell'attuale situazione eccezionale. Ciò che ci guida nel nostro comportamento può essere molteplice, ma alcuni motivi sono comuni.
Credo che tutti conosciamo la sensazione di paura. L'aumento della frequenza cardiaca, il tremore, la tendenza fisica a fuggire o ad attaccare, i pensieri girano intorno ai temuti scenari iniziali. A volte la paura ci paralizza, a volte ci rende attivi. A volte ci rende fisicamente impegnati e nei momenti di maggiore ansia e stress, cerchiamo di trovare l'equilibrio attraverso l'esercizio fisico.
È il caso, ad esempio, dell'escursionista che cammina nel bosco, nonostante il divieto di uscire. Tuttavia, una reazione alla paura può anche essere quella di cercare di mantenere il rischio il più basso possibile. Se già personalmente si sta facendo di tutto per ridurre al minimo il rischio, si può anche tentare di esigere lo stesso comportamento dagli altri e quindi contrastare le proprie incertezze che si presentano. Questo può essere fatto, ad esempio, informando la polizia sulla passeggiata del vicino. Condizioni di vita restrittive, insicurezza, mancanza di contatti sociali - oltre alla paura, correlativamente sorgono altri sentimenti spiacevoli.
Sentimenti come la rabbia e il risentimento o addirittura l'invidia, ad esempio perché la vicina esce di casa ogni giorno e si ritiene che abbia più privilegi rispetto ai propri, spesso possono portare ad attaccare altri pubblicamente o a denunciare violazioni della legge. Per altri invece, questi sentimenti possono innescare comportamenti reattivi - cioè le leggi vengono deliberatamente infrante.
Allo stesso modo, tutti noi condividiamo un certo bisogno di controllo. Una percezione di controllo nella e sulla nostra vita contribuisce anche alla salute mentale. È comprensibile e importante che le persone cerchino il modo di riprendere il controllo, soprattutto in situazioni in cui la loro capacità di controllo diminuisce. Questo può manifestarsi nel fatto che percepiti disordini, come una mascherina mal adattata o anche un comportamento avverso, come camminare con un amico, vengono denunciati, e quindi si cerca di diventare il padrone o la moglie di una situazione che altrimenti permette poche possibilità di controllo. Altrettanto possibile, tuttavia, è il tentativo di riguadagnare spazio di manovra e, come reazione a questa percezione di perdita di controllo, di sondare limiti e leggi ed eventualmente anche di superarli.
Anche se il contatto fisico con gli altri o l’appartenenza fisica a un gruppo sociale è attualmente difficile, il bisogno di attaccamento e di relazione è ancora un tema importante e spesso guida del nostro comportamento attuale. Questo può essere il caso quando si infrange la legge, ma anche quando si rispettano le norme di legge. Se qualcuno si incontra con i familiari o gli amici, spesso è per stare vicino agli altri e per sentire l'appartenenza sociale.
Se ci atteniamo alle norme giuridiche vigenti, vogliamo fondamentalmente la stessa cosa. Perché le norme giuridiche attuali sono diventate rapidamente norme sociali. Una violazione delle regole significherebbe l'esclusione (sentita) da un gruppo sociale. Molti si trovano qui in un dilemma tra il desiderio di seguire le norme e di proteggere gli altri e, d'altra parte, di non lasciare che le esigenze personali siano trascurate.
 
Ci sono varie ragioni per il nostro comportamento nella situazione attuale. Finora abbiamo avuto tutti esperienze diverse nella nostra vita e i tratti della personalità sono diversi l'uno dall'altro. Non sorprende che le reazioni a situazioni di stress non siano le stesse. Gli "stati emotivi sgradevoli" fanno parte delle reazioni normali in situazioni eccezionali. Tuttavia, possiamo renderci conto e mettere in discussione le reazioni ad esse. I metodi delatori hanno un'influenza sui rapporti reciproci. Si sviluppa uno squilibrio tra le persone, nasce la diffidenza, così come la sensazione di non essere autorizzati a fare nulla di sbagliato e di essere controllati dagli altri. La società è divisa, la fiducia spezzata e sorgono conflitti.
 

 
<a href='https://www.freepik.com/vectors/background'>Background vector created by rawpixel.com - www.freepik.com</a>
: : info

Estremismo in Alto Adige

7.8.2020

Rilevazione dati e catalogo di misure a contrasto del fenome...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Sostegno e consulenza

23.6.2020

Istituzioni che possono essere d'aiuto...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Discriminazioni

20.5.2020

Tu fai la differenza!...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : Offerta

Principi base della prevenzione delle dipendenze

Seminario...

VAI ALL'OFFERTA
: : Offerta

Crescere nel mondo digitale

Seminario...

VAI ALL'OFFERTA
: : Offerta

JU & MI – Il colloquio motivazionale nel lavoro con i giovani

Formazione...

VAI ALL'OFFERTA
: : Offerta

Il colloquio motivazionale

Formazione...

VAI ALL'OFFERTA
: : Offerta

Sii tu il cambiamento…

Workshop: lavorare sul tema del coraggio civile...

VAI ALL'OFFERTA
: : download

Catalogo di misure a contrasto del fenomeno dell'estremismo in Alto Adige

1.7.2019

Il catalogo di misure della tavola rotonda sull'estremis...

Download
: : info

"Prevenzione dei suicidi tra i giovani in Alto Adige".

28.8.2018

La Rete di prevenzione del suicidio rilancia la discussione ...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : Video

Osservare e agire

23.1.2018

Vedo azioni violente - cosa posso fare?...

GUARDA IL VIDEO
: : info

RE-START

27.10.2017

La nuova campagna di prevenzione sull`azzardo...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : Offerta

Sostegno familiare precoce in Alto Adige – We can do it!

Formazione per professionisti...

VAI ALL'OFFERTA
: : info

La scuola dell’infanzia non può assolutamente subire tagli

16.6.2017

L’Alleanza per la famiglia incontra l’assessore Achammer...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : download

Dí no al bullismo!

23.3.2017

Opuscolo informativo per alunni e alunne, genitori e insegna...

Download
: : download

Rilevazione nei Comuni altoatesini sull'azzardo 2015

20.2.2017

Scarica il rapporto finale...

Download
: : Offerta

Coaching comunale

Supporto e consulenza di comuni...

VAI ALL'OFFERTA
: : download

Cos´è la violenza?

30.1.2017

Opuscolo informativo sulla violenza...

Download
: : Offerta

Riconoscere e prevenire un disturbo alimentare

Formazione per insegnanti e operatori giovanili...

VAI ALL'OFFERTA
Load more refresh