Offrire primo soccorso

bild von mitarbeiter Sarah Trevisiol Sarah Trevisiol info 23.1.2018 Condivisione Facebook

Immagine: Pixabay

Aspetti legali

Prestare soccorso in una situazione di emergenza è un dovere civico e morale di tutti. Il Primo Soccorso comprende le attività di base, dalla chiamata al 112, alla rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce, necessarie al mantenimento e miglioramento delle condizioni cliniche della persona colta da malore o infortunata.

Il soccorso di una persona in difficoltà non è peró solo un obbligo morale ma anche legale.

Il soccorritore occasionale – non sanitario - nel prestare soccorso si muove entro questi due articoli del codice penale che disciplinano questa materia in Italia: l’art. 593 del Codice Penale “Omissione di Soccorso” e l’art. 54 del Codice Penale “Stato di necessità”.
 

Cosa significa Omissione di soccorso

Secondo l'Art 593 del Codice Penale, commette il reato di OMISSIONE DI SOCCORSO: “Chiunque, trovando abbandonato o smarrito un minore o un'altra persona incapace di provvedere a se stessa, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia o per altra causa, una persona ferita o altrimenti in pericolo o un corpo che sembri o sia inanimato, omette di prestare l’assistenza necessaria o di darne immediato avviso all'autorità è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a 2.500 euro (1).
Unica eccezione all’obbligo del soccorso è se ci sono rischi ambientali che potrebbero mettere a repentaglio la vita e l’incolumità del soccorritore non sanitario, quali presenza di gas tossici, incendi, cavi dell’alta tensione scoperti, travi pericolanti ecc. che ha quindi, ha facoltà di esimersi dal prestare soccorso, effettuando comunque la chiamata dei soccorsi avanzati.
Per il soccorritore occasionale, soprattutto se non è esperto, in base all'articolo 593 del codice penale l’unico vero obbligo cui è tenuto è la chiamata di attivazione del servizio medico di emergenza al 112.
 

Cosa significa “Stato di necessità”

STATO DI NECESSITÀ - Art 54 del Codice Penale: se l'infortunato è in grave pericolo di vita e non è possibile agire altrimenti nel tentativo di salvargli la vita, anche un soccorso maldestro che dovesse procurare un danno collaterale alla vittima, è preferibile al lasciare l'infortunato a se stesso. 
 
: : info

I nuovi progetti del Centro Specialistico Prevenzione Violenza

26.1.2018

Conferenza stampa...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : Video

Osservare e agire

23.1.2018

Vedo azioni violente - cosa posso fare?...

GUARDA IL VIDEO
: : info

112 - da chiamare in caso di emergenza

23.1.2018

Il numero unico europeo per le emergenze...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : download

Cos´è la violenza?

30.1.2017

Opuscolo sull´argomento della violenza...

Download