Crea, connetti e condividi il rispetto in internet

bild von mitarbeiter Sarah Trevisiol Sarah Trevisiol info 2.2.2018 Condivisione Facebook

Immagine: Parole Ostili

La Giornata Mondiale sulla Sicurezza in Rete è un evento annuale internazionale, organizzato con il supporto della Commissione Europea al fine di promuovere un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani.

"Crea, connetti e condividi il rispetto: un internet migliore comincia con te” è lo slogan scelto per l’edizione del 2018, ed è finalizzato a far riflettere i ragazzi sul ruolo attivo e responsabile di ciascuno nella realizzazione di internet come luogo positivo e sicuro.

In Italia il SID 2018 viene celebrato oggi a Roma, presso il Teatro Brancaccio. Per l’occasione tutte le scuole di ogni ordine e grado, sono invitate ad organizzare, eventi e/o attività di formazione e informazione destinate agli alunni e alle famiglie, al fine di favorire una maggiore conoscenza delle tematiche per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo a scuola.

Sempre nella cornice delle iniziative legate alla giornata Mondiale sulla Sicurezza in Rete sono stati presentati al Miur (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) i risultati della ricerca “Eu kids online per Parole O_Stili”. Emerge in modo chiaro che rispetto al 2010 è raddoppiata la percentuale di giovanissimi che ha avuto esperienze negative in Rete. Se nel 2010 erano il 6 per cento, sono diventati il 13 per cento nel 2017. L'indagine è stata condotta dall'OssCom (Centro di ricerca sui media e la comunicazione) dell'Università Cattolica, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e l'Ats Parole Ostili (formata da Associazione Parole O_Stili, Università Cattolica e Osservatorio Giovani dell'Istituto Toniolo).

La ricerca sostiene che il 31 per cento degli 11-17enni intervistati, dichiara di aver visto online messaggi d'odio (hate speech) o commenti offensivi rivolti a singoli individui o gruppi di persone, attaccati per il colore della pelle, la nazionalità, la religione o altro. Solo il 42 per cento sostiene di aver aiutato la vittima, in confronto al 58 per cento che ammette di non aver fatto nulla. Il dato sconvolgente è che il 25 per cento dei ragazzi interessati dai questi rischi (il 50 per cento degli intervistati) non ne hanno parlato con nessuno. Un terzo non fa nulla e aspetta che il problema si risolva da solo, mentre solo il 2 per cento segnala un abuso.

Molte le associazioni che lavorano in Europa affinché nasca maggiore responsabilità e consapevolezza dell´uso della rete.
In Italia per esempio Parole Ostili ha messo in rete un manifesto contro le parole ostili in rete http://paroleostili.com/manifesto/.

Mentre Generazioni Connesse ha pubblicato una miniserie di video adatta ai più piccoli per avvertirli sugli errori più comuni e i modi più rischiosi di utilizzare la rete, tra cui pubblicare post che offendono o prendono in giro altri. http://www.generazioniconnesse.it/site/it/i-super-errori/

A breve anche il Forum Prevenzione pubblicherà dei video relativi al cyberbullismo e bullismo. Inoltre è in corso il progetto “NO HATE! Per non tacere!” che assieme a giovani indaga le cause e conseguenze dello hate speech online.

L´appello delle varie associazioni è quello di combattere la violenza in rete come quella che incontriamo nella vita reale. Lo schermo deresponsabilizza, disinibisce e induce a pensare che chi condivide e alimenta la diffusione di alcuni contenuti violenti sia meno colpevole di chi li pubblica per primo. Ma ha torto.
 
: : news

Lo smartphone può diventare pericoloso per i nostri figli?

1.2.2018

Consigli per i genitori sull´uso dei media da parte dei giov...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

6.2.2018 – Safer Internet Day

31.1.2018

La Giornata Mondiale sulla Sicurezza in Rete...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : progetto

Le diverse facce della violenza

22.1.2018

Campagna di informazione...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : progetto

"NO HATE: Per non tacere!"

18.1.2018

Campagna di sensibilizzazione...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

La Germania dichiara lotta alle campagne di odio in rete

31.10.2017

Nuova legge per chi gestisce piattaforme online...

PER SAPERNE DI PIÙ
: : info

Il Cyberbullismo è ora perseguibile dalla legge italiana

1.8.2017

PER SAPERNE DI PIÙ
: : Offerta

Prima consulenza bullismo, cyberbullismo e violenza

Prima consulenza...

VAI ALL'OFFERTA
: : Offerta

Ci stai al gioco!?

Parcours per studenti sui social media, games e gioco d'azza...

VAI ALL'OFFERTA
: : Offerta

Bullismo/cyberbullismo - Osservare e agire insieme

Evento informativo per genitori ed interessati...

VAI ALL'OFFERTA
: : Offerta

Generation Online. Come i nostri figli usano i nuovi media

Evento informativo per genitori e interessati...

VAI ALL'OFFERTA