2017 è stato designato dalla Commissione europea come l’anno della lotta contro la violenza alle donne

bild von mitarbeiter Sarah Trevisiol Sarah Trevisiol news 1.8.2017 Teilen

Bild: Pixabay

L'Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali (Fundamental Rights Agency, FRA) ha condotto e pubblicato nel 2014 un ampio studio relativo alla violenza contro le donne. I risultati sono stati preoccupanti: ne emerge che una donna su tre ha subito episodi di violenza fisica e/o sessuale fin dall'età di 15 anni, una donna su cinque è stata perseguita (o "pedinata") e una donna su due ha subito una o più forme di molestia sessuale nella propria vita.
L'indagine della FRA è il primo studio esteso che indaga i fenomeni di violenza sulle donne all’interno dei 28 stati membri dell'Unione Europea e si basa su 42.000 interviste fatte a donne. Sono state interrogate sulle loro esperienze personali con la violenza fisica, sessuale e psicologica, includendo gli episodi di "violenza domestica". Inoltre sono state interrogate circa lo stalking, le molestie sessuali e il ruolo delle nuove tecnologie nelle esperienze di abuso di genere.
http://fra.europa.eu/en/publication/2014/violence-against-women-eu-wide-survey-main-results-report

La Commissione europea ha dichiarato il 2017 come Anno della lotta alla violenza contro le donne. Per molto tempo la questione della violenza contro le donne è stato un tabù. Molte delle donne colpite si sentono ancora impotenti. La vergogna e la paura di pettegolezzi o di ulteriori ripercussioni inibiscono molte a rivendicare i propri diritti o di chiedere aiuto. Molte non parlano affatto della violenza vissuta. Una cosa però è emersa chiaramente dallo studio: Il fenomeno è una realtà molto più comune di quanto non comunemente percepita e pertanto non può essere sottovalutato. La violenza contro le donne è una violazione dei diritti fondamentali per quanto concerne la dignità, l'accesso alla giustizia e l'uguaglianza di genere. Maggiore attenzione e visibilità al fenomeno potrebbero contribuire a prevenire ulteriori atti di violenza contro le donne.

https://www.youtube.com/watch?v=FzOZey7ZGMk
Standard Youtube Licence